A scuola di educazione alle differenze

A scuola di educazione alle differenze: verso il 25 novembre.

Distinzione fra sesso biologico, genere, identità di genere, orientamento sessuale, ma anche omofobia, discriminazioni e bullismo. Questi i temi trattati da Luigi Tabita, affermato attore di teatro e tv, attivista Lgbt e direttore artistico dell’evento netino Giacinto Festival, in un incontro tenuto martedì 29 ottobre in una prima classe dell’Istituto Matteo Raeli.

Un percorso che, partendo dall’art. 3 della Costituzione che pone al centro il tema della pari dignità sociale, del rispetto verso tutte le differenze e del pieno sviluppo della persona umana, ha coinvolto e interessato in maniera diretta ragazze e ragazzi alle prese con la delicata fase dell’adolescenza.

L’incontro, vivace partecipato e coinvolgente è stato organizzato in vista del 25 novembre ricorrenza internazionale per il contrasto a tutte le forme di violenza di genere e si inquadra come momento iniziale di una più ampia articolazione programmata dai docenti in rispetto dell’art. 1 comma 16 della Legge 107/2015  “La Buona Scuola” che prevede nelle scuole : educazione al rispetto, alla parità fa i sessi, alla prevenzione della violenza di genere e di tutte le forme di discriminazione.

Precedente Premio Marcello La Greca Grifone d’Argento 2019 a Edo Ronchi Successivo A difesa dell’art. 21: Gran Premio Honos a Paolo Borrometi